Galileo Galilei fu il primo ad osservare Marte con un telescopio, nel 1609. Sul suolo di Marte si erge la seconda montagna più alta attualmente nota del Sistema Solare, nonché la più alta in assoluto tra i pianeti, Olympus Mons, in realtà un vulcano, il più giovane tra i grandi di Marte. L’altura si è infatti formata nel corso del Periodo amazzonico di Marte (iniziato circa 3 miliardi di anni fa). Olympus Mons è alto circa 22 Km, quasi tre volte il Monte Everest (8.8 Km). Marte ha le più violente tempeste di sabbia dell’intero Sistema Solare con venti che viaggiano ad oltre 180 km/h. Possono durare settimane, e possono ricoprire l’intera superficie del pianeta. La gravità marziana: La accelerazione gravitazionale sul pianeta rosso è pari a circa 0,376 quella terrestre, ciò significa che un uomo con una massa di 70 kg sulla Terra, su Marte peserebbe poco più di 26 kg. Il 28 settembre 2015 La Nasa ha confermato la presenza di acqua sul pianeta. Un nuovo metodo di analisi spettroscopica infatti rivela la natura di un discusso fenomeno geologico che si rinnova a ogni "estate" sul Pianeta Rosso: la comparsa stagionale di strisce di terra bagnata su alcuni pendii nei periodi più caldi dell’anno marziano. Probabilmente si tratterebbe di acqua salata.

Condividi sul tuo Social